Descrizione Progetto

Obbiettivo
L’obbiettivo del lavoro è quello di analizzare la presenza degli stranieri regolari ed in particolare dei rifugiati in Italia ed in Europa, e di fare un confronto di questi dati statistici, facendo una rappresentazione dell’analisi attraverso gli strumenti di Front End. I dati statistici sono stati raccolti da fonti open database come Eurostat, Istat, Onu a seconda della loro inerenza e rilevanza per il nostro progetto. Il lavoro è stato svolto sul confronto dei dati al livello Europeo con quello italiano, analizzando la presenza degli stranieri regolari da differenti punti di vista come sesso ed età. Inoltre si è data una particolare attenzione all’analisi dei rifugiati politici. Cioè coloro che nell’anno 2016 hanno chiesto asilo in uno degli stati dell’Unione Europea.
Fasi del progetto
FASE 1: raccolta dei dati statistici sull’immigrazione e su rifugiati politici da differenti sorgenti. In particolare,
-i dati relativi agli stranieri presenti in Italia sono stati estratti dai database dell’ISTAT
-i dati relativi agli stranieri presenti nei paesi dell’ Unione Europea sono stati estratti dal database dell’ EUROSTAT
-i dati inerenti i rifugiati politici sono stati forniti dai database delle Nazioni Unite(ONU)
FASE 2: normalizzazione dei dati, facendo particolare attenzione alla qualità dei dati per la loro analisi e rappresentazione attraverso lo strumento di back end di Microsoft Power BI.
FASE 3: analisi e rappresentazione dei dati normalizzati attraverso lo strumento di front end di Microsoft Power BI.
Risultati
Dai risultati dell’analisi possiamo vedere la distribuzione degli stranieri regolari e dei rifugiati politici sul territorio nazionale suddiviso per le varie regioni, e nei vari paesi al livello dell’Unione Europea. Gli stranieri al livello nazionale sono stati analizzati per genere e per età. La loro distribuzione è stata analizzata nelle varie regioni italiane per classificare le regioni per la numerosità degli stranieri. Lo stesso è stato fatto al livello europeo, facendo una classificazione per i singoli paesi. Inoltre è stato interessante fare un’analisi dei paesi con il maggior numero dei rifugiati politici per vedere come spesso la percezione comune non corrisponde ai fatti raccontati dai numeri.