back to Education, training and human capital

Contributi di Giorgio Beltrami, Dario Cavenago, Mattia Martini

ACQUISTA IL VOLUME
[Da aracneeditrice.it. Cartaceo o PDF]

 

  • pagine: 144
  • formato: 17 x 24
  • ISBN: 978-88-548-4684-5
  • data pubblicazione: Giugno 2012
  • editore: Aracne

 

Abstract

2012.05 HumanCapabilities.COVERIl contesto sociale ed economico, caratterizzato da una forte dinamicità e da rapidi cambiamenti fa si che per la società e per le imprese il capitale umano rappresenti sempre di più il fattore strategico su cui investire.

Disporre di capitale umano non è condizione sufficiente per poter trarre un reale vantaggio competitivo dalle risorse umane; le imprese devono prevedere modelli organizzativi, sistemi di gestione del personale e un’organizzazione del lavoro tesa a valorizzare il capitale umano aziendale e quindi il contributo che le persone possono apportare all’interno del contesto lavorativo. Muovendo dalla considerazione che il lavoro è della persona e che la persona necessita di uno spazio di azione congruente per il mantenimento di una identità propria che fa i conti con diverse e complesse dimensioni della vita quotidiana, nel presente volume si è scelto di considerare una prospettiva più complessa della dinamica del lavoro in azienda usando, in senso strategico, il concetto di Human Capabilities.

Il volume contiene i risultati della ricerca condotta nell’ambito dell’Osservatorio sul capitale umano del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Monza e Brianza nel periodo 2010-2011. Attraverso un’indagine sulle imprese del territorio si è voluto rilevare: le condizioni di sviluppo del capitale umano e delle human capabilities in azienda, la vicinanza/lontananza dei responsabili risorse umane rispetto alla prospettiva delle human capabilities e le iniziative messe in capo dall’Amministrazione Comunale per sostenere il capitala umano. Ne risulta un primo rapporto che traccia una mappa della situazione dei livelli di impiego di sistemi tesi a valorizzare il capitale umano in azienda e nel territorio, facendo intravedere alcune prospettive di intervento anche in un’ottica di sviluppo.