back to Seminars & Events

Promosso dalla Provincia in collaborazione con Il CRISP – Centro di ricerca dell’Università Bicocca di Milano – e con TabulaeX, spin-off della stessa Università.

Alla presenza del Presidente Dario Allevi e dell’Assessore alle Politiche Sociali Giuliana Colombo, l’incontro ha ospitato gli interventi di Paola Buonvicino, Direttore Dipartimento ASSI, Attività Socio Sanitarie Integrate – ASL MB, Luca Cavalieri d’Oro, Responsabile Unità Operativa Epidemiologia – ASL MB, Dario Cavenago, Professore ordinario Università degli studi Milano Bicocca, Facoltà Sociologia, Dipartimento Ricerca Sociale.

L’Osservatorio, che è integralmente accessibile online è integrato nel portale web della Provincia, sezione Politiche Sociali.

Sito Ufficiale: http://www.provincia.mb.it/Release1.0

L’area, completamente nuova, raccoglie per la prima volta in un unico “contenitore” tutti i dati di ogni singolo Comune riferiti a popolazione residente, popolazione stranieri, bilancio dei residenti e degli stranieri con diversi indicatori demografici, lavoro sia relativo alle aziende che alle persone.
Sono 5 le chiavi di accesso per la ricerca dei dati e la mappatura dei servizi offerti: Anziani, Disabili, Famiglie e minori, Immigrazione, Offerta formativa, ed altri servizi di rilevanza sociale.

“Presentiamo uno strumento davvero innovativo – spiegano il Presidente Allevi e l’Assessore Colombo – in grado di offrire informazioni integrate anche grazie alla collaborazione con Asl e all’incrocio con i dati ISTAT. La sfida è coinvolgere altri enti e associazioni per fare dell’Osservatorio il punto di riferimento provinciale per condividere le informazioni e metterle a disposizione agli operatori nell’ottica di una sempre maggiore trasparenza informativa.”

 

Approfondimento

Release 1.0 – cos’è: l’Osservatorio Politiche Sociali “release 1.0” nasce per creare uno strumento agile che consente la classificazione, pubblicazione e consultazione dei servizi forniti nel contesto provinciale e la visualizzazione di alcuni dati di dettaglio di Comuni e di “ambiti territoriali” (preposti alla definizione dei piani di zona) per mezzo di un’interfaccia di facile utilizzo che possa essere fruita sia dagli operatori pubblici sia dai cittadini.

Release 1.0 – il primato: Il “cruscotto” nato da questo progetto è uno dei primi strumenti di visualizzazione e analisi dei servizi per la cui realizzazione vengono utilizzati gli open data lombardi di recente pubblicazione integrati con le fonti a disposizione della Provincia. La disponibilità dei dati di dettaglio riferiti ai Comuni e agli ambiti rappresenta una risorsa per la programmazione dei piani di zona in quanto favorisce l’accesso ad informazioni aggregate e condivise secondo standard comuni.
Tutte le informazioni utilizzate vengono trattate in modalità aggregata ed anonima per preservare la privatezza dei dati riferiti ai singoli individui.

Release 1.0 – come funziona: la costruzione del cruscotto ha previsto in primis l’integrazione di diverse banche dati, la maggior parte delle quali open data (da dati.lombardia.it e demo.istat.it). Tale integrazione ha richiesto una metodologia di classificazione per rendere omogenei i diversi vocabolari utilizzati dagli enti che forniscono i dati.
La classificazione si basa su due livelli: il primo riguardante le specifiche tipologie di servizi (per esempio Centri diurni integrati accreditati per anziani, Residenza sanitaria anziani, Istituti riabilitazione extraospedaliera per anziani, ecc.), il secondo – quello utilizzato nell’interfaccia – basato sulle categorie di utenti (es. anziani) che utilizzano i servizi.
Gli enti, una volta classificati, sono stati georeferenziati in modo da renderli disponibili con una visualizzazione territoriale sulla mappa della provincia, insieme ai singoli dati di dettaglio degli enti erogatori (forma giuridica, categoria, tipo di servizio, indirizzo, descrizione).
Dalla visualizzazione e consultazione dei servizi è possibile passare alle analisi di dettaglio dei dati riguardanti comuni e ambiti, visualizzate per mezzo di cruscotti che facilitino la comprensione e l’usabilità delle informazioni suddividendole per tema (popolazione residente, popolazione residente stranieri, bilancio demografico dei residenti, bilancio demografico degli stranieri, indicatori demografici, lavoro parte aziende, lavoro parte persone).
Il cruscotto potrà in futuro essere ulteriormente ampliato grazie all’integrazione di altre fonti dati, al fine di aumentare il grado di mappatura dei servizi attivi all’interno della provincia e dunque il grado di utilizzo. Ad esempio potrebbero essere integrati i dati sanitari per evidenziare la presenza nella provincia di strutture di cura e affiancarle alle strutture di volontariato già presenti nel cruscotto.

Release 1.0 – i possibili utilizzi: integrazione dei dati di dettaglio degli enti che forniscono servizi, in modo da affiancare alle informazioni presenti sulle strutture altri dati più dettagliati per ogni tipologia di ente: per esempio i tipi di soggetti cui si rivolgono le strutture di accoglienza o le cooperative sociali, la disponibilità di posti, il grado di utilizzo e le informazioni di contatto.

Nel caso dei comuni e degli “ambiti” sarà inoltre possibile approfondire le analisi e integrare ulteriori informazioni a disposizione dei singoli enti per dettagliare maggiormente il contesto territoriale nel quale i servizi vengono prestati, per esempio la composizione delle famiglie.