back to Seminars & Events

1 febbraio 2010  – Presentata presso l’Auditorium di Regione Lombardia la prima ricerca in Italia, e tra le prime in Europa, sulla valutazione dell’efficacia delle prestazioni sanitarie,realizzata da Regione Lombardia sul proprio sistema sanitario.

Lo studio, svolto dalla Direzione generale Sanità, insieme al CRISP (Centro di ricerca interuniversitario per i sevizi di pubblica utilità dell’Università Bicocca) e al CESP (Centro di studio e ricerca sulla sanità pubblica), ha permesso di misurare diversi parametri, così da restituire una fotografia completa sull’efficacia delle cure e di elaborare un modello di valutazione.

Convegno “Valutare le Performance in Sanità”
Il ruolo del livello nazionale ed alcune esperienze regionali a confronto

1 febbraio 2010, Palazzo della Regione, Auditorium  “Giorgio Gaber”

Interventi di apertura lavori

  • Roberto Formigoni, Presidente Regione Lombardia
  • Luciano Bresciani, Assessore alla Sanità, Regione Lombardia
  • Luca Merlino, Governo dei servizi sanitari territoriali e politiche di appropriatezza e controllo, Regione Lombardia
  • Carlo Zocchetti, Sistemi di remunerazione e osservatorio epidemiologico, Regione Lombardia

Il punto sulla valutazione delle performance a livello internazionale e nazionale

  • Walter Ricciardi, Università Cattolica del Sacro Cuore – Roma
  • Fulvio Maiorano, Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS)

Alcune esperienze regionali a confronto

  • Carlo Perucci, ASL Roma E
  • Sabrina Nuti, Scuola Superiore S. Anna – Pisa
  • Giorgio Vittadini, CRISP – Università degli Studi di Milano Bicocca

Conclusioni

  • Carlo Lucchina, Direttore Generale alla Sanità, Regione Lombardia

ABSTRACT – “La valutazione dell’efficacia ospedaliera 2004-2008″

Il CRISP – Centro di ricerca interuniversitario per i servizi di pubblica utilità – in collaborazione con la Direzione Generale Sanità di Regione Lombardia ha sviluppato nel corso degli ultimi anni un modello di valutazione dell’efficacia delle prestazioni erogate dagli ospedali lombardi finalizzato a monitorare e valutare la loro performance dal punto di vista della qualità delle cure erogate.
La descrizione di questo modello di valutazione e l’esposizione dei risultati ottenuti sono contenuti nella ricerca “La valutazione dell’efficacia ospedaliera 2004-2008”, presentata a gennaio 2010 presso la sede di Regione Lombardia.

La pubblicazione, dopo aver illustrato le caratteristiche peculiari del sistema sanitario lombardo e le principali attività di controllo e di regolamentazione messe in atto negli ultimi anni dalla Regione per governare in modo adeguato il sistema, presenta in modo dettagliato il sistema di valutazione dell’efficacia delle prestazioni sviluppato dal CRISP e i risultati ottenuti dalla sua applicazione nel periodo 2004-2008. In appendice sono presentate alcune esperienze di valutazione della performance a livello nazionale e internazionale, oltre ad una descrizione analitica del modello statistico utilizzato per l’analisi.

Questo sistema è un unicum nel panorama nazionale. La sua caratteristica più importante risiede nel fatto che con questo approccio si valutano i risultati delle prestazioni erogate dagli ospedali pubblici e privati in base ad una serie di outcome predefiniti (mortalità, ricoveri ripetuti, trasferimenti tra strutture, etc.) che permettono di valutare l’efficacia di ciascun ospedale rispetto alla media regionale. Dal punto di vista statistico si utilizzano i modelli multilevel, una metodologia la cui validità è dimostrata da una vasta letteratura scientifica.

I risultati dimostrano un miglioramento del sistema sanitario lombardo nel corso del tempo e, soprattutto, una sostanziale similitudine tra i risultati ottenuti dagli ospedali pubblici e da quelli privati, a testimonianza della validità di un modello come quello lombardo dove la competizione tra i diversi erogatori ha favorito un miglioramento della performance di tutti gli ospedali, pubblici e privati.

Questo rapporto si presenta quindi come un utile strumento di confronto e di riflessione sull’attività degli ospedali lombardi secondo una logica per cui per valutare e quindi per migliorare occorre prima conoscere in modo scientifico i risultati ottenuti nell’erogazione dei servizi sanitari: solo in questo modo è possibile individuare i punti di forza e di debolezza del sistema e sviluppare interventi tesi al miglioramento complessivo del sistema sanitario.